Ieri sera leggendo su l’Espresso la rubrica di Monsignor Gianfranco Ravasi, ho trovato un monito forte per quanti nella vita e nel business pensano ancora che il mondo 2.0 (ormai potremmo essere a X.0) sia un gioco. Ravasi, che travalica nella qualità ogni ideologia, mi ha stupito perché ha fatto in 4.000 battute la miglior analisi di quello che dovrebbe essere il mondo 2.0 per tutti noi.

Leggere il suo commento non potrà che convincere anche i più scettici che la rete, i social ecc. non sono giochi, ma modi attuali di comunicare, vivere e avere relazioni. E quindi da tenere nel dovuto conto da tutti e ancor più da chi, manager o lavoratore, deve anche e soprattutto personalmente utilizzare questi strumenti senza se e senza ma. Interessante è anche pensare, come dice Ravasi, che scrivere qualcosa in 140 battute ci aiuta a essenzialità e chiarezza, non male come monito per la comunicazione in generale.